Col. Savino Paternò: Diciotti “Ecco dove finiranno i migranti”

Roma, 28 Ago 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Claudio Cartaldo – La nave Diciotti è ancora a Catania. Il pm di Agrigento interrogherà oggi i funzionari del Viminale ma l’ex ufficiale dei Carabinieri, il colonnello Paternò, sferza i pm. (Di seguito l’articolo). – Il Colonnello Savino Paternò, ex ufficiale CC, non le manda a dire. Non le manda a dire al procuratore di Agrigento, il pm che è salito sulla nave Diciotti della Guardia costiera dopo aver aperto un fascicolo per “sequestro di persona” contro ignoti.

Oggi Luigi Patronaggio è atteso a Roma per ascoltare alcuni funzionari del Viminale. Legittimo, per carità. Ma c’è chi, come il colonnello, non approva il suo modo di gestire la questione Diciotti.

       

Il pm quando salì a bordo non mancò poi di raccontare ai cronisti la “realtà devastante” che aveva trovato sulla nave della Guardia costiera italiana.

“A cominciare dai cattivi odori che ti restano addosso – disse – Mi ha accompagnato un appuntato che non era mai stato a contatto con questa realtà. Sconvolto. ‘Dottore dal vivo cambia tutto, non è come si legge sui giornali…’. Ha ragione”.

Ma il colonnello Paternò gli fa notare che “se lei e il suo appuntato (che evidentemente passa troppo tempo nei tribunali e poco alla territoriale) avesse accompagnato le forze dell’ ordine nelle perquisizioni e negli arresti eseguiti quotidianamente all’interno di campi nomadi, tendopoli e barac che, dove frotte di clandestini trovano rifugio addossati gli uni sugli altri, in assenza di alcuna noma igienica, quel ‘cattivo odore’ che tanto l’ha turbata, lo conoscerebbe già”. L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.ilgiornale.it/news/cronache/diciotti-lezione-colonnello-ai-buonisti-ecco-dove-finiranno-1568050.html

Condividi questo post