Contributi figurativi servizio militare

Roma, 21 Ott 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – Leggiamo di seguito. – La contribuzione figurativa riconosciuta per periodi, scoperti da altra contribuzione, durante i quali l’interessato ha svolto servizio militare obbligatorio o di richiamo alle armi, nelle Forze armate italiane ovvero servizio a esso equiparato.

Il beneficio è rivolto a coloro che, lavoratori o pensionati, abbiano un vuoto assicurativo dovuto al fatto di aver svolto il servizio militare. L’accredito dei contributi figurativi può essere richiesto anche dai superstiti dell’assicurato o del pensionato deceduto.

       

Contributi figurativi servizio militare. I fondi in cui è possibile l’accredito sono: Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) dei lavoratori dipendenti; Gestioni speciali dei lavoratori autonomi; Fondi speciali di previdenza gestiti dall’INPS dove previsto dalle relative norme regolamentari.

Il beneficio non è previsto nella Gestione Separata. Per poter ottenere la contribuzione figurativa l’interessato deve possedere almeno un contributo effettivo al momento della domanda di accredito figurativo.

Per poter ottenere la contribuzione figurativa il periodo deve essere scoperto da altra contribuzione.

L’accredito dei contributi figurativi non può essere effettuato se il periodo è già stato considerato utile per la concessione della pensione statale o comunque per qualsiasi altro trattamento pensionistico sostitutivo, esclusivo o esonerativo dell’Assicurazione Generale Obbligatoria. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.notizieora.it/affari/contributi-figurativi-servizio-militare-domanda-di-riscatto-inps/

Condividi questo post