Nuovo contratto statali 2019-2021: Rinnovo a rischio

Roma, 08 Nov 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Simone Micocci – Ecco perché tutto potrebbe slittare al prossimo anno. (Di seguito l’articolo). – Nella Legge di Bilancio 2019 sono stati stanziati 3 miliardi di euro per il rinnovo del contratto del pubblico impiego nel triennio 2019-2021.

Con questi fondi si conta di far partire la contrattazione per il rinnovo del contratto il prima possibile così da giungere ad un accordo già per il 2019 (si ricorda che il contratto in essere scadrà il 31 dicembre 2018).

       

Secondo quanto stanziato con la Legge di Bilancio 2019 si potrà riconoscere ai dipendenti pubblici un nuovo aumento di stipendio dopo quello concesso con il precedente accordo, seppur di un importo più basso: secondo le stime, infatti, con i 3 miliardi a disposizione – che saranno spalmati sul triennio – ci saranno aumenti di circa 30€ lordi nell’immediato, 50€ a regime.

Tuttavia, come si legge nella relazione tecnica collegata alla Legge di Bilancio, non tutti i 3 miliardi a disposizione potranno essere utilizzati per il rinnovo del contratto 2018-2019 visto che una parte delle risorse sarebbe già “prenotata”.

Per questo motivo, come sottolineato da Il Sole 24 Ore (articolo a firma di Gianni Trovati), sarà molto difficile che i rappresentanti sindacali con quelli della Pubblica Amministrazione riescano a giungere ad un accordo nel 2019, con il rinnovo del contratto che potrebbe essere rinviato all’anno successivo.

Vediamo nel dettaglio perché il rinnovo del contratto della Pubblica Amministrazione potrebbe essere a rischio (almeno per il 2019) analizzando quanto scritto nel testo della Legge di Bilancio e nella relazione tecnica ad essa collegata. L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.money.it/nuovo-contratto-statali-2019-2021-rinnovo-a-rischio?fbclid=IwAR3L2IszMtHY7OJsIrOMDFvmtKNGipm-bSn2bqeFLpW-oIaPI3gnJ_cqLk8

Condividi questo post