Basi Usa: Trump vuole ritocchino +50%: Silenzio, per ora, da Trenta

Roma, 12 Mar 2019 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – La formula «Cost Plus 50», se attuata, costerebbe all’Italia diverse centinaia di milioni. (Segue articolo). – Da anni il presidente lamenta come gli alleati che ospitano le truppe americane non paghino abbastanza, e per questo sta pensando di chiedere loro di pagare tutte le spese dei soldati schierati sul proprio territorio, più una tassa del 50% (o più) per il privilegio di ospitarli.

Secondo quanto rivelato da una decina di funzionari a Bloomberg, l’amministrazione Usa vuole proporre di adottare la formula «Cost Plus 50», rivolta a Germania, Giappone e qualsiasi altro paese che ospita le truppe americane. E in alcuni casi potrebbe essere chiesto di sborsare da cinque a sei volte il costo attuale. Lo riferisce Il Giornale.

       

L’idea – riferiscono le fonti – ha quasi fatto deragliare i recenti colloqui con la Corea del Sud sullo stato di 28mila soldati Usa nel Paese. Anche se il mese scorso Seul ha accettato di pagare poco meno di un miliardo di dollari, cifra significativamente più alta della precedente, 800 milioni.

Il team del presidente vede la mossa come un modo per spingere i partner della Nato ad accelerare gli aumenti della spesa per la Difesa, questione molto cara a Trump.

Ma funzionari del Pentagono e del dipartimento di Stato temono che potrebbe indebolire le alleanze di Washington ed essere considerata come un affronto dagli alleati in Asia ed Europa, i quali già mettono in discussione la profondità dell’impegno di Trump nei loro confronti.

Poi, la preoccupazione è che richieste di pagamenti maggiori possano rendere alcuni Paesi più ostili all’idea di ospitare l’esercito americano:…L’articolo completo prosegue qui >>> https://www.vicenzatoday.it/economia/basi-usa-quanto-costano-italia-aumento-trump-cosa-dice-trenta.html

Condividi questo post