Caso nave Diciotti: Il Ministro Trenta difende Salvini

Roma, 07 Set 2018 – (Pubblichiamo un estratto del seguente articolo da leggere nella sua completezza collegandosi al link indicato a fine paragrafo) – di Claudio Cartaldo – L’affondo del Ministro della Difesa Trenta: “L’Europa non ha compreso le nostre richieste”. (Di seguito l’articolo). – Il ministro Trenta difende Matteo Salvini. E lo fa sul caso Diciotti, dopo le tante polemiche e i duri scontri.

Soprattutto con l’Europa. È proprio a Bruxelles che il titolare della Difesa guarda quando fa riferimento a chi avrebbe “tenuto in ostaggio” i migranti della nave della Guardia costiera.

       

“Il caso Diciotti non è quello che è stato presentato – dice la Trenta ad Agorà su Rai3 – È stata presa una posizione forte del governo sui migranti, che erano assistiti e mai lasciati soli. Se qualcuno li ha sequestrati è stata l’Europa, non noi, che non ha compreso la richiesta che stavamo facendo”.

Come noto il ministro dell’Interno è finito sotto indagine dopo che la procura della Repubblica di Agrigento, guidata dal pm Luigi Patronaggio, ha messo nero su bianco alcune ipotesi di reato che sarebbero stati commessi durante la gestione del caso Diciotti.

Ma se Salvini ha già risposto ai pm, dicendosi pronto a farsi indagare, ora è la Trenta a prendere una posizione molto netta nei confronti dell’Europa che ha rispedito al mittente la richiesta dell’Italia di redistribuire gli oltre 170 immigrati.

Per la Trenta, comunque, guardando “i dati attuali e quelli del passato” il lavoro svolto dal governo sul campo dell’immigrazione è da considerarsi positivo e dai “risultati innegabili”.  L’articolo completo prosegue qui >>> http://www.ilgiornale.it/news/politica/diciotti-trenta-difende-salvini-sequestro-dei-migranti-fatto-1572351.html

Condividi questo post